Review: Scrub esfoliante corpo avena Bjobj

Oggi parliamo di scrub, ammetto di esserne un'appassionata, sia viso che corpo. In questo caso si tratta di uno scrub corpo esfoliante della linea avena di Bjobj, brand ecobio certificato (sito ufficiale).

Lo utilizzo da un bel po', era già nei preferiti di Ottobre 2014, quindi mi sono fatta un'idea chiara del prodotto e sarò pronta per tutte le vostre domande, ove ve ne saranno.


Lo scrub corpo avena ha una consistenza cremosa ed è caratterizzato da piccoli granuli all'interno che permettono di esfoliare ma essere delicato allo stesso tempo. Di solito io prediligo scrub corpo più strong, tipo il mio amato Talasso Scrub di Geomar, questo a confronto è molto più delicato, anche perchè ha una consistenza diversa, essendo in crema. Nonostante ciò, considero il suo potere esfoliante medio, perchè scrubba al punto giusto, non come certi scrub che sembrano acqua fresca. Ha un delicato profumo di mandorla (che io personalmente adoro), non è troppo invasivo nè nauseante. Mi ricorda il profumo della crema levigante alla farina di mandorle di Fitocose, è molto simile come fragranza. La pelle, dopo il suo utilizzo, risulta più liscia ed idratata ed è proprio una bella sensazione, soprattutto per le pigrone come me che mettono la crema una volta ogni morte di papa. Nonostante lo stia terminando (mi ci sto impegnando negli ultimi due mesi) non credo che lo riacquisterò perchè preferisco scrub meno delicati e soprattutto non in crema, sia per il viso che per il corpo: ho capito che si tratta di una consistenza non conforme alle mie esigenze. In ogni caso lo promuovo perchè è un ottimo scrub e nonostante i 150 ml di prodotto ne basta pochissimo e vi dura un sacco.

Costo: 11,60€ per 150 ml di prodotto

Pao: 6 mesi

Dove acquistarlo: sul sito ufficiale o presso i rivenditori Bjobj (Eccoverde, Il Giardino di Arianna)

Inci: aqua (water), cetearyl alcohol, *avena sativa extract, glycerin, *butyrospermum parkii butter, *prunus amygdalus dulcis oil, caprylic/capric triglyceride, prunus persica seed powder, triticum vulgare germ oil, decyl glucoside, potassium palmitoyl hydrolyzed wheat protein, glyceryl stearate, tocopheryl acetate, xanthan gum, potassium sorbate, benzyl alcohol, sodium benzoate, lactic acid, profumo/parfum.

*Tutti gli ingredienti con l’asterisco provengono da Agricoltura Biologica Certificata


Pro: è delicato, scrubba bene, ha un buonissimo profumo di mandorla, lascia la pelle liscia e idratata

Contro: non mi piace la consistenza cremosa, prezzo medio-alto

Voto: 7/10

Avete mai provato questo scrub? E qualche prodotto Bjobj?

*Il prodotto mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non percepisco alcun compenso per parlarne. Le mie opinioni rimangono in qualsiasi caso oneste e leali.

Sfida tra TOP COAT: i migliori e i peggiori che ho provato

Uno dei miei prodotti di make up preferiti è decisamente il top coat, per me è indispensabile per una manicure ben riuscita. Di recente ne ho trovati un paio che ritengo veramente validi ma ho beccato un sacco di ciofeche nel frattempo...
Oggi ve ne parlo in un breve excursus che spero possa esservi utile.
Poichè il post sarebbe venuto troppo lungo per quello che ho necessità di dire, ho allegato anche un video dove ve li mostro meglio ad uno ad uno.
Qui sotto vi lascio delle mini recensioni ma vi consiglio comunque di dare un'occhiata al video per una review più approfondita.



Mini reviews

-Quick Dry Top coat Revlon: bocciatissimo. Asciugatura rapida sì ma si porta via un po' di colore dello smalto appena applicato, macchiando inevitabilmente il pennello. Dopo un paio di giorni, si formano delle crepe antiestetiche sullo smalto. Già nei bocciati di Luglio 2013. Sconsigliato. Prezzo: € 11,90.

-Sealing Top coat Essence: abbastanza buono. Effetto lucido, asciugatura rapida. Durata nì. Non ha un effetto gel. I tessuti non si stampano se lo fate asciugare bene e l'applicazione avviene parecchie ore prima. Consigliato a metà. Già nei preferiti di Dicembre. Prezzo: sui 3€.

-Ultra Quick Dry Top coat Peggy Sage: Il peggior top coat di sempre. Non asciuga MAI altro che quick dry. Rimane sempre appiccicoso. L'ho usato una volta sola e non ho voluto ripetere l'esperienza. Prezzo: sugli 8€.

-Smalto 2 in 1 Base + Top Coat Avril: Come top coat non mi entusiasma, come base sì. Stesura agevole, effetto lucido e asciuga in fretta. I tessuti si stampano e la durata non è il massimo. Già nei Most Played di Marzo. Sconsigliato come top coat. Prezzo: 2,90€.

-Gel Top Coat Pupa: Buon effetto gel, pennello cicciotto e stesura agevole. Purtroppo fa i fili dopo pochissimo tempo e anche lui fa le crepe dopo due giorni dall'applicazione. Si addensa in fretta. Sconsigliato. E già tra i bocciati di Dicembre. Prezzo: sui 5/6€.

-Better than gel nails High Gloss Top Coat Essence: il vecchio mi piaceva di più (qui la review). E' stato il mio top coat preferito per anni, ora non so se ho beccato la confezione fallata perchè mi ha fatto i fili dopo poco tempo e la qualità non mi sembra la stessa. Non lo so. Lo amo sempre ma è stato superato dal suo collega. Lo consiglio comunque. Prezzo: sui 3€.

-The Gel nails polish Top coat Essence: lo sto testando da poco ma mi piace. Ottimo effetto gel, buona stesura, abbastanza denso. Buona durata e non fa stampare i tessuti. Si asciuga in un attimo e non rischiate di rovinarvi la manicure anche se avete messo lo smalto da dieci minuti. Consigliato! Prezzo: sui 3€.

-Gel-look Plumping Top coat Essence: Il mio nuovo amore dei top coat! *_* Colui che ha superato tutti e colui del quale dovrei fare scorta a vita. Già tra i promossi di Febbraio, ne adoro consistenza, stesura, l'effetto gel e lucido evidente, la durata e ovviamente anche lui non fa stampare le maledettissime lenzuola anche se vi fate la manicure la sera tardi. Assicurato! Provate e fatemi sapere. Io non lo mollo più! Prezzo: sui 3€.

Ecco il video:

Avete provato qualcuno dei top coat citati? Qual è il vostro top coat preferito in assoluto?

TAG: The Spring Sparkling Challenge - Lips&Cheek Mania

Oggi quarto appuntamento con la The Spring Sparkling Challenge in collaborazione con Anna Gaia di What's in my bag e Rita di Consigli di make up. Il primo post  lo trovate qui, al 2° e al 3° non ho partecipato.

Parliamo di blush e rossetti e io vi mostro le tre combinazioni che più mi fanno pensare alla primavera e che adoro in assoluto. Sono stata piuttosto selettiva.


Lips&Cheeks #1


Una delle mie combo preferite prevede il bellissimo (ma rognoso, per me, come tutti i retromatte) Flat Out Fabolous di Mac e come blush Desire di Nars, un fucsia freddo mat meraviglioso. Stanno veramente bene insieme, ve lo posso assicurare. In primavera la voglia di fucsia su gote e labbra aumenta esponenzialmente e questi due insieme fanno faville e rappresentano perfettamente la categoria. Il blush è l'unico del brand che possiedo e che ho avuto la fortuna di trovare e comprare a poco da una ragazza perchè io personalmente non spendo mai così tanto per i blush: non me ne sono pentita perchè è setosissimo, iperpigmentato e si sfuma da deus. In questo #fotd li vedete abbinati assieme.


Lips&Cheeks #2


Secondo colore che adoro in primavera-estate è il corallo, sia su guance che su labbra. Da un lato abbiamo il blush Sassy Salmon di Benecos che amo e che possiedo da tanto, un corallo luminoso ma privo di shimmer veramente adorabile (ne parlavo anche qui), dall'altro uno degli ultimi arrivati di casa Mac, On Hold, vinto nel giveaway di Aru. On Hold lo definirei il corallo perfetto perchè non è troppo aranciato e ha una buona componente di rosa all'interno: pur essendo un cremesheen, è molto coprente e non me l'aspettavo proprio (trovate lo swatch in questo video).


Lips&Cheeks #3


Un altro colore che adoro in primavera è il lilla, sia blush che rossetti che ne contengono anche un piccola percentuale. Non potevo non inserire questo trio di blush meraviglioso (di cui due in polvere e uno in crema), il Blush by 3 Sweet Cheeks di Sleek, in particolare abbino Dollymix, quello centrale, al rossetto Up the Amp, sempre di Mac (un altro MAc, lo so, non posso farci nulla, sono i miei preferiti :D), un lavanda rosato medio (?) molto portabile per i miei gusti, lo amo... ed è legato a un ricordo molto bello per me quindi lo amo doppiamente. Era anche nel post sui miei 5 rossetti preferiti per la primavera.

Non ho voluto fare una carrellata di blush e rossetti perchè il post sarebbe diventato troppo dispersivo quindi ho preferito fare così.

Qual è la vostro combo preferita? La uno, la due o la treeeh? 
Cosa preferite indossare in primavera su guance e labbra?

Preview: Crema viso Extreme Jeunesse World of beauty

Oggi parliamo di una crema viso che sto utilizzando da circa un mese quindi si tratterà solo di prime impressioni perchè in genere, con i prodotti di skincare, ho bisogno di molto più tempo per farmene un'opinione ben precisa.

Parliamo di World of Beauty e della loro crema viso Extreme Jeunesse*, una crema molto ricca ed idratante con estratto bio di tè verde Javanese e olio di argan.


La crema si presenta di colore bianco e dall'odore quasi paradisiaco: un misto tra frutta e cocco (mi ricorda le creme solari estive!) mentre sulla confezione c'è scritto arancio tropicale. Fatto sta che si tratta una gioia per il naso, ve lo posso assicurare.

Dovrebbe essere bio per la quasi totalità degli ingredienti, infatti al suo interno non sono presenti schifezze conclamate quali siliconi o paraffina. E questo è decisamente un bene!

E' veramente molto ricca, credo infatti che abbia un effetto antiage e proprio per questo motivo, purtroppo, risulta veramente pesante sulla mia pelle normale-mista: è troppo nutriente per me tant'è che, pur usandola unicamente per la notte e mettendone pochissima, inizialmente sembra assorbirsi poi è come se la pelle la rigettasse fuori e mi lucido in pochissimo tempo (sarà sicuramente la glicerina al secondo posto dell'inci).

Mi piace tantissimo il profumo, davvero godurioso, ma non posso utilizzarla perchè, come ripeto, è troppo pesante per il mio viso: credo che sia più adatta a una pelle più matura infatti la farò provare a mia madre e sono sicura che su di lei andrà decisamente meglio.

La cosa che mi ha stranita è il PAO di soli tre mesi: davvero pochi per una crema viso ma penso che, conservata bene, durerà molto di più.

Ecco gli ingredienti:


In definitiva posso dire che la crema viso Extreme Jeunesse è una crema molto idratante adatta soprattutto alle pelli secche o mature per il suo effetto antiage, ha un buonissimo odore tropicale e si assorbe in fretta, lasciando la pelle liscia ed idratata. Ha un ottimo inci, non contiene siliconi o paraffina. Su una pelle normale-mista potrebbe risultare pesante per la presenza di olii al suo interno.

Aggiornamento

L'ho ceduta a mia mamma che l'ha usata con soddisfazione e l'ha terminata, tant'è che vorrebbe riacquistarla immediatamente avendo visto miglioramenti che non aveva mai riscontrato in altre creme viso antiage.

Avete mai provato un prodotto World of beauty?


*Il prodotto mi è stato inviato gratuitamente a scopo valutativo. Non percepisco alcun compenso per parlarne. Le mie opinioni rimangono in qualsiasi caso oneste e leali.

I preferiti (e non) di Marzo 2015

Con un po' di ritardo arriva il post sui preferiti e non di Marzo.
Ho parecchie cose da mostrarvi perchè con alcune mi sono presa più tempo per capire bene il prodotto e poterne parlare meglio...

Iniziamo!

Favourites

Lo scorso mese ho amato parecchio due degli unici rossetti Mulac che possiedo: Marilyn e Santa Claus (preview qui). Mi piacciono tantissimo. Marilyn è un rosso fragola con un sottotono corallo molto particolare, super opaco e dalla durata veramente eccezionale. Pur essendo matte, parecchio, trovo che sia uno dei rossetti più confortevoli che possieda con questo tipo di finish ed è raro trovarne (vedi retromatte di Mac che mi seccano in una maniera allucinante e dopo tot ore mi si sgretolano letteralmente sulle labbra). Santa Claus invece ha un finish un po' più lucido, lo definisco un color amarena con riflessi rosati, durata buona e colore spettacolare una volta applicato. Belli entrambi e a me l'odore non dà fastidio devo dire (anche se nel primo è più forte).

Un altro Mega Last di Wet 'n wild è entrato nella mia collezione e questo è Sugar Plum Fairy, il Rebel mat (come lo definisco io!): in questa foto potete notare quanto siano simili ma l'ho voluto comunque perchè mi piace l'effetto opaco che hanno questi rossetti (ne parlo anche nel video dei 7 rossetti per 7 giorni!). A me piace da morire, non mi seccano tanto le labbra, sono super resistenti e questo in particolare resiste pure al gelato e tinge le labbra. Che volete di più? Ah sì, costano solo 3€. Amoli.

Infine una tipologia di rossetto che non mi fa impazzire in genere, quello liquido (tipo questi che non utilizzo mai), ma che ho voluto provare perchè imitazioni dei celeberrimi Melted di Too Faced: parlo ovviamente dei Lip Lava di Make up Revolution, brand ormai feticcio per me. Quello che ho io è Shockwave, un rosa-lilla molto bellino che mi avete visto indossare qui (occhio ad aprire il link, potrebbe scoppiare un altro allarme bomba! XD). Mi piace l'applicatore in spugna, è facile dosare il prodotto ed applicarlo come si deve su tutte le labbra. Dura parecchio devo dire, non me l'aspettavo, e tinge anche le labbra. C'è da dire che il prodotto, da solo, entra nelle rughette labiali, io utilizzo la solita Lip Rock di Elf per ovviare al problema.


Ma quanto mi piace questa palette? E' la Colour Chaos di Make up Revolution, dupe della Electric di Urban Decay. L'ho sfruttata di più ultimamente... ho persino utilizzato il fucsia neon matt come blush! La qualità delle polveri è ottima, i colori idem... in particolare mi sono innamorata del verde bosco con riflessi verde chiaro (Deliver me) che è una meraviglia. Ne avevo parlato anche nel video sulle mie palette Make up Revolution!

Tra i preferiti anche la Manga Brows di Neve Cosmetics nella colorazione Ash Blonde & Cold Brown. Per bionde? Sì perchè ho le ciglia chiare, castano-fredde e faccio veramente fatica ogni volta a trovare una matita che gli si abbini bene e questa lo fa. Alleluja! Mi piace la consistenza perchè è bella morbida ma comunque dura: la parte più chiara la uso per riempire, quella più scura per definire la codina. L'unico difetto che ha, secondo me, è che si consuma troppo in fretta: la punta va via presto.


Due prodotti che sono apparsi anche tra i Most Played di Marzo e che ho amato tantissimo: il bagnoschiuma Bagno Seta all'olio di mandorla di Omia* e il Pure Active 3 in 1 di Garnièr. Io amo il profumo di mandorla (checked!), il bagnoschiuma è delicato ed idratante e mi  ha risolto anche un brutto problema di dermatite sul braccio (che avevo già curato con una pomata della farmacia ma che si è insinuato nuovamente lasciandomi la pelle secchissima e nessuna crema riusciva ad arginare il problema...): dopo due lavaggi la zona è tornata normale dopo che ci avevo perso le speranze. Perciò wow!

Del Pure Active ne avevate sentito parlare in uno degli ultimi post e confermo le prime impressioni: mi piace tantissimo sia usato come detergente che come maschera! Deterge bene, i granuli sono della consistenza giusta, nè troppo piccoli nè troppo spessi quindi lo scrub è efficacissimo, purifica e asciuga il viso. Amo!


(Not) favourites


Già presente tra i finiti del mese, lo shampo purificante di So Bio che non mi è piaciuto per niente. Come vi accennavo, mi faceva prudere la cute dopo un paio di giorni, la consistenza era troppo cremosa (dovevo diluirlo per forza anche se io diluisco sempre gli shampoo) e mi seccava terribilmente i capelli. Bocciatissimo! 

Bocciato anche questo balsamo nutrimento per capelli normali e secchi di Mantovani: uhm decisamente NO. E' veramente acqua fresca sui miei capelli... non districa, non nutre, non ammorbidisce. Insomma, è inutile. Lo consiglio solo a chi non ha problemi di secchezza, potrebbe fare al caso vostro anche perchè costa solo 1€ per quasi 300 ml di prodotto. Di entrambi ne avevo parlato anche in un video sulla haircare del periodo.
E questo è tutto per il mese di Marzo. Grazie a chi è arrivato fin qui! XD

Vi ricordo che avete qualche altro giorno per partecipare alla mia beauty adoption su Facebook e di iscrivervi al mio canale Youtube se si va di sentirmi ciarlare live! Fatemi sapere al solito se abbiamo prodotti in comune, vi incuriosisce qualche prodotto in particolare e/o desiderate la review di qualcuno tra i prodotti citati.

*I prodotti indicati mi sono stati inviati gratuitamente a scopo valutativo. Non percepisco alcun compenso per parlarne. Le mie opinioni rimangono in qualsiasi caso oneste e leali.

Review: Crema contorno occhi Viviverde Coop

Oggi vi parlo del mio contorno occhi del momento, quello rivitalizzante protettivo di Viviverde Coop. Ne avevo già parlato anche nel post sulla mia skincare routine invernale
Lo utilizzo da un po' con soddisfazione e quindi è arrivato il momento di dirvi la mia!
 


Brand: Viviverde Coop

Costo: 4,90€ per 15 ml di prodotto

Pao: 6 mesi

Dove acquistarlo: presso tutti i punti vendita Coop

Inci: lo trovate qui

Cosa ne penso

Questo contorno occhi lo utilizzo da Novembre e mi sta piacendo veramente tanto. Forse la dicitura "pelli mature" non è molto adatta però perchè io, avendo una pelle normale e un contorno occhi non secco ma con qualche piccola linea di espressione (sigh) mi ci trovo benissimo. Per la mia tipologia è veramente perfetto perchè nutre quanto basta, si asciuga in fretta e non resta unto, cosa che odio nei contorno occhi (vedi lui). La consistenza è una delle mie preferite in assoluto ovvero una crema-gel molto leggera e fresca dal rapido assorbimento. Non so perchè ma quando si tratta di contorno occhi preferisco questo tipo di texture. Una volta asciutto sento la zona più fresca e sveglia, è veramente una bella sensazione. Il nutrimento è medio, credo che per pelli più secche e mature non possa andare bene. Anche sotto il trucco si comporta bene, essendo leggero si asciuga in fretta ed è un'ottima base per il correttore. Sulle palpebre non lo metto perchè con il primer mi fa contrasto (ditemi che lo fate anche voi!). Il prezzo è veramente basso e secondo me vale certamente il prezzo.


Pro: nutre e rinfresca la zona, si assorbe in fretta, inci perfetto, prezzo basso

Contro: non è adatto a pelli mature o secche

Voto: 8/10

Avete provato questo prodotto? Come vi siete trovate? Vi incuriosisce?

March Goodbyes!

Questo mese sono parecchio soddisfatta dei prodotti che ho finito, sia perchè sono abbastanza sia perchè ho tolto di mezzo qualche prodotto che mi stava un po' sulle scatole... yay!


Ho finito lo Struccante occhi di Antos che non mi è piaciuto (già nei bocciati di Dicembre) e che ho terminato come struccante per il viso... a me bruciava parecchio gli occhi e non l'ho trovato per niente efficace purtroppo! Il viso invece lo struccava bene ma comunque è un addio.

Dopo parecchi mesi di onorato servizio, mi ha lasciata la Lozione Ricci Morbidi di Biofficina Toscana (ho già ripiegato su quella nuova!), mi è piaciuta tantissimo e se la nuova non dovesse piacermi come questa potrei ricomprarla di nuovo. Qui la review completa.

Sarà tra i bocciati del mese (spoiler!) ma comunque sono riuscita a finirlo questo shampo purificante di So' Bio (Shampooing soin purifiant!) al limone e argilla verde: non mi è piaciuto per niente. A parte la consistenza troppo densa e corposa, a me faceva venire prurito in testa già dopo due giorni dal lavaggio e quindi... NO grazie. Troppo aggressivo e mi seccava eccessivamente i capelli. Ne avevo parlato anche qui. Adieu!

Alla fine l'ho finita sulle gambe, non ne potevo più... la crema viso all'acido glicolico 12% di Fitocose. Inizialmente mi piaceva ma secondo me hanno cambiato formula perchè sulla pelle era davvero troppo pesante e non si assorbiva MAI. Ce l'avevo da un anno e l'ho terminata per disperazione! XD 
Mi dispiace perchè l'acido glicolico esfolia la pelle e la rende più luminosa... valuterò ormai dopo l'estate magari qualche siero più leggero che lo contenga. Era anche tra i most played di Febbraio.

Infine, ho terminato un fondotinta minerale homemade che aveva creato per me una mia amica... sono contenta sia finito perchè era un po' troppo coprente e pesante e tendeva a creparsi un po' sul viso. 


Samples!


Nell'ultimo ordine Laula Beauty ho ricevuto parecchi campioncini (<3) e mi sono data da fare per utilizzarli:

-Beauty Farm Neve Cosmetics: uhmmm non mi ha fatto impazzire. Non amo i detergenti cremosi e questa l'ho trovata fin troppo idratante per i miei gusti. Decisamente non la comprerei in full size.

-Detergente delicato Biofficina Toscana: lo avevo già provato, e stavolta mi è piaciuto anche di più. A parte l'odore che, confermo, non mi fa impazzire, l'ho usato per lavare il viso ed è wow! Mi piace tantissimo perchè rinfresca e asciuga la pelle in modo ottimale, potrei seriamente considerare l'acquisto, soprassiedendo tranquillamente al problema dell'odore.

-Balsamo arancio e limone per capelli secchi Alkemilla: anche questo lo avevo già provato e le mie opinioni rimangono abbastanza simili. Essendo comunque poco il quantitativo per i miei capelli, l'ho usato per un solo lavaggio e onestamente non mi ha sorpresa. Sui miei capelli l'effetto è un po' blando, simile al Balsamo Concentrato di Biofficina (ma va? ;) ).

-Crema mani Iperico, ippocastano e miele di Antos: questa ho avuto molto più tempo per provarla perchè c'era un sacco di prodotto all'interno. Me ne sono innamorata! *_* 
Adoro la profumazione, la consistenza e il fatto che si assorba in brevissimo tempo senza lasciare le mani unticce ma asciutte. Non ho le mani secche in genere e raramente utilizzo le creme mani ma il prossimo inverno potrei farla mia! 

-Crema viso anti age giorno & notte alla rosa canina Bio Lady: l'avevo già provata e mi è piaciuta abbastanza come crema notte, si assorbe bene e non unge, ottimo profumo. Rimane comunque troppo ricca per la mia pelle adesso.

E questi erano i miei prodotti finiti di Marzo! Abbiamo prodotti in comune? 
A voi com'è andata?

Tag: The Spring Sparkling Challenge - Brights up your skin!

La skincare è una delle mie passioni e nonostante vi abbia da poco mostrato quella invernale, ho deciso comunque di partecipare alla prima tappa della Spring Sparkling Challenge organizzata da Anna Gaia di What's in my bag e Rita di Consigli di Make up

"Aria di primavera, aria di cambiamento, raccontateci come cambia la vostra skincare e quali prodotti usate per liberarvi del grigiore invernale e far risplendere la vostra pelle."

La mia skincare routine non è ancora cambiata anche se compariranno qui un paio di prodotti nuovi che sto utilizzando e ho intenzione di utilizzare prossimamente. 
L'aria sta cambiando finalmente e io personalmente, ora più che mai, ho voglia di scrub, maschere, detergenti che rinfreschino e purifichino ancora di più la pelle (sono fissata, che ci volete fare!).

Credo infatti che questo sia il momento migliore per tirarli fuori. 

Ecco i miei alleati: 




L'ho acquistato da poco ma già lo sto amando tantissimo, il Pure Active 3 in 1 di Garnièr che funge da detergente/scrub/maschera: ne ho sentito parlare così bene che ho voluto provarlo anch'io, l'inci non è neanche male per appartenere a questo brand. Io lo uso principalmente come scrub e maschera con l'accortezza di non tenerlo su più di 3 minuti perchè l'eucalipto e il mentolo si sentono tantissimo e dopo un po' mi danno fastidio. L'unica pecca è che quando lo risciacquo risulta un po' plasticoso/scivoloso, non so come spiegarlo... è successo solo a me? 
L'effetto comunque mi piace tanto e spero possa aiutarmi con pori dilatati e punti neri vari.

Nuova stagione, nuovo tonico: quello astringente di Antos, preso nell'ultimo ordine Laula Beauty, su cui ho delle aspettative altissime, lo ammetto. Non l'ho ancora utilizzato perchè sto finendo quello rassodante che però è un pochino troppo idratante per me. Vi farò sapere prossimamente.

Due prodotti che amo e adoro e che utilizzo costantemente e che non ho cambiato sono Mai senza e Aqua marina di Lush: non li uso tutti i giorni ma quando voglio coccolare la pelle più del solito. Il primo mi piace tantissimo come scrub, è delicato e pulisce bene. Il secondo è più purificante e vi lascio alla review completa se siete curiosi.

Manca un prodotto che devo ancora acquistare e che fa parte della Bio Wishlist del 2015: il siero purificante di Biofficina Toscana. Ho sentito pareri super discordanti tra loro, credo lo acquisterò comunque ma la paura di lucidarmi è tanta... ç_ç anche perchè contiene la maledetta glicerina al suo interno che mi fa questo scherzetto.

Questo è tutto per la prima puntata.

Abbiamo prodotti in comune? 
Voi cosa utilizzate per far uscire la pelle dal grigiore invernale?

PS: ho organizzato una beauty adoption su Facebook, partecipate se vi va!

Pages