Piccolo trauma infantile: tagliare i capelli

Uno dei momenti cruciali della vita di una donna, uno di quelli che segnano in maniera profonda, da cui è impossibile sfuggire: prima o poi per tutte arriverà quel momento. 
Sto parlando di quell'appuntamento che io personalmente odio fin da quando sono bambina: andare dal parrucchiere.
Per me è stato sempre un incubo tant'è che -non ditelo a nessuno- quando ero piccola mi sono rifiutata per anni di tagliare i capelli. Avevo una sorta di blocco, un rifiuto psicologico verso quella presenza incombente che avrebbe messo le sue mani sulla mia testa!
A dire la verità non ho idea del perchè capitava tutto ciò, forse perchè da bimba i capelli me li tagliava sempre la mamma e anche perchè i miei sono stati da sempre dei capelli molto difficili da gestire, figuriamoci tagliare.
Ci sono voluti anni a decidermi di fare il fatidico passo, non è stato semplice anche perchè ho sempre avuto un rapporto di amore-odio con i miei capelli (rossi, ricci, grossi, crespi e secchissimi, nonchè TANTI).
Vi confido una cosa: da piccola, oltre che a voler essere liscia, ero convinta che da grande mi sarei fatta bionda. BIONDA sì.


Devo dire che ancora oggi continuo ad avere una sorta di blocco verso l'oscura presenza del parrucchiere quindi ammetto che decidere quando andarci continua ad essere un momento cruciale dell'anno.

Per capire bene quando tagliare i capelli, ho trovato molto utili i consigli della Garnier, che suggeriscono la frequenza con cui tagliarli, oltre a segnalare quali sono i campanelli di allarme che ci fanno capire quando è giunto il momento di dare una spuntata ai capelli (ad esempio quando le punte sono secche e sembrano paglia).  

Io di solito cerco di tagliarli almeno una volta l'anno, non tantissimo ma almeno le punte o poco più perchè è inevitabile: i capelli si rovinano e hanno bisogno di una rinfrescata, anche se non uso piastre e cerco sempre di curarli ed idratarli più che posso.

Poi, dopo aver fatto il maledetto shatush (che non vedo l'ora di togliere), sono ancora più secchi e stavolta non vedo davvero l'ora di andare a tagliarli per toglierlo definitivamente. Sto aspettando che crescano ancora un po' per non dover accorciare troppo...

Un po' questo trauma infantile mi è rimasto e vi spiego anche perchè: la maggior parte delle donne si rilassa e non vede l'ora di concedersi una seduta dal proprio parrucchiere di fiducia ma per me continua ad essere un momento poco lieto. Quando ti districano selvaggiamente i capelli (di solito li lavo sempre prima a casa per facilitargli il lavoro e non sentire troppo dolore!) o ti grattano la cute per lavarli meglio (che dolore, parte II), o te li asciugano col phon a palla che brucia da morire. C'è da dire, poi, che molto spesso non fanno mai quello che tu gli chiedi. E questo, so per certo, che capita a molte di noi. Per ultimo, la piega! Sarà ma a me la piega del parrucchiere non piace MAI, odio quasi sempre come vengono fuori e non ne ho ancora trovato uno che sia in grado di mettere in piega i miei ricci a dovere. Sarò stata sfigata io?

Insomma, ecco spiegato in parole povere quello che per me è stato e sarà sempre un incubo: andare dal parrucchiere.

Voi che rapporto avete col taglio dei capelli? Quante volte l'anno ci andate?


*post sponsorizzato

10 commenti

  1. Se potessi non andrei mai dal parrucchiere! In quanto a traumi, il mio è fresco! In un momento di follia pura lo scorso febbraio ho fatto un bob cortissimo (li avevo lunghi quasi fino al sedere).. adesso a distanza di 9 mesi sono tornati ad essere lunghi e forbici non ne voglio vedere per almeno un altro anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah pat pat sulla spalla, ti capisco! Dai, vedrai che cresceranno in fretta!

      A me personalmente crescono abbastanza in fretta... ora devo decidermi quando andare a tagliarli per questo maledetto shatush. U_U

      Elimina
  2. Immagino che gestire capelli come i tuoi non sia facile nè per te nè per il parrucchiere, questo però dovrebbe rappresentare una sfida e confido che prima o poi troverai quello che ti farà la piega giusta :)
    Io taglio i capelli circa 3-4 volte l'anno, ma non oso mai perché
    1) Non mi fido.
    2) Non so gestirli, sono troppo crespi XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In che senso non osi? :P
      Credevo li tagliassi molto meno, sai? :D

      Elimina
  3. Io non vado dal parrucchiere da piu' di 10 anni!!! Ti ho coinvolta in questo TAG http://balocchi-e-profumi.it/, partecipa se ti fa piacere ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Azz veramente? Incredibile! XD
      Grazie per il tag ;)

      Elimina
  4. Forse sono fortunata perchè ho una parrucchiera fantastica, super competente e sempre aggiornata, ma per me andare al suo salone è un piacere immenso, sia che faccia il colore o la messa in piega, un bel taglio o un'oliazione... Goduria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere per te, davvero! :D
      Ripeto, io ho problemi anche perchè non ho un capello facile ç_ç

      Elimina
  5. Ne ho cambiati tanti. Dalle ragazze che venivano a casa ai vari saloni del mio paese. Una volta per provare andai da un parrucchiere che mi fece un taglio "nuvo a Londra", a suo dire, ma che da sola non avrei potuto gestire, e nuova aggiustata. Per un pò sono andata spesso da una parrucchiera per comodità, dato che la sede era vicina al negozio dove lavoravo, ma una cosa che a me non piace è il gossip e mi annoiavo ogni qual volta parlavano. L'anno scorso sembrava che la mia ricerca fosse terminata quando una parrucchiera capì cosa volevo, e mi fece un bel taglio...peccato poi abbiano chiuso..la sfiga. L'ultima volta ho fatto una piega ma non ha tenuto molto...la mia ricerca continua...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo il gossiè c'è in qualsiasi parrucchiere, di solito! XD

      Che sfiga davvero :(

      Elimina

Avere il tuo feedback per me è importante: una traccia del tuo passaggio aiuta a mantenere in vita il blog e a condividere insieme opinioni e consigli utili. Grazie!

Pages